La musica nascosta dell’universo edito da Giulio Einaudi Editore, 2018 

Il cinguettio dei buchi neri, l’acuto di una supernova, il boato del Big Bang. È questa la colonna sonora dell’universo che le onde gravitazionali da poco scoperte ci permettono di ascoltare. Nato a Genova nel 1940, appassionato di musica e di cristalli, Adalberto Giazotto è stato un pioniere di questa recente conquista, il primo a sfidare le enormi difficoltà richieste per ascoltare in particolar modo i bassi della sinfonia cosmica che ci circonda. Le sue intuizioni e la sua tenacia sono state determinanti per le scoperte che hanno portato al Nobel per la fisica e che stanno rivoluzionando le nostre conoscenze. In questo libro, ultimato poco prima della sua morte, Giazotto racconta la storia affascinante della sua vita e della sua ricerca, che in molti all’inizio consideravano una vera follia, un’impresa impossibile.

Autore/i: Andrea Parlangeli è caporedattore del mensile Focus. Si è laureato in fisica alla Scuola Normale Superiore di Pisa e ha conseguito il dottorato presso la Radboud University, nei Paesi Bassi. Ha scritto diversi libri, tra cui “Uno spirito puro. Ennio De Giorgi, genio della matematica” (Milella 2015, Springer 2019). È stato curatore di “Benvenuti nell’Antropocene” (Mondadori 2005) del premio Nobel Paul Crutzen, “La nascita imperfetta delle cose” (Rizzoli 2016) di Guido Tonelli e “La musica nascosta dell’universo” (Einaudi 2018) di Adalberto Giazotto.