Animali in guerra vittime innocenti

Il Libro “Animali in guerra, vittime innocenti” attualmente in anteprima di vendita nelle edicole di Roma sarà presentato in data Giovedì 11 aprile ore 18,30 presso lo Sporting Club Due Ponti in Via Due ponti 48 – Roma

Invito aperto al pubblico e parcheggio interno

Il silenzio della storia sulle bestie morte in guerra

Nel suo nuovo libro “Animali in guerra, Vittime innocenti”, Vincenzo Di Michele racconta scomode verità storiche della I e II guerra mondiale

Nelle due guerre mondiali del ’15-’18 e del ’39-’45, ci sono stati eroi che nelle cronache e nella storiografia sono rimasti in secondo piano: gli animali.

Questi, hanno combattuto le guerre al fianco dei soldati, condividendone sofferenze e tragedie. Vincenzo Di Michele con la sua ultima opera “ Animali in guerra, vittime innocenti Editore il Cerchio , racconta delle scomode verità storiche sugli animali trascinati a forza in una guerra non loro.

Nella corse spietata verso il fronte, i soldati frustavano e bastonavano gli umili quattrozampe e come se non bastasse li punzecchiavano con la baionetta. I cavalli con la lingua penzoloni annaspavano nel traino di carri ponderosi e i muli, caricati sulla soma a più non posso, allargavano le loro froge e sprofondavano nel fango.   Sul fronte aereo i colombi, consegnando ordini e contrordini, venivano uccisi dai cecchini dell’esercito nemico mentre sui campi di battaglia i cani si infilavano sotto i cingoli dei carrarmati nemici e saltavano in aria a causa dell’esplosivo che avevano indosso. Gli orsi, usati come cavie per il collaudo dei sedili degli aerei, erano scaraventati in volo mentre i gatti, imbottiti di ordigni, venivano lanciati sulle navi.

Ci sono dunque le storie dei cavalli, cani, muli , gatti, piccioni e asini, veri e propri eroi capaci di perdere la vita a causa del legame ai loro amici che credevano fedeli: “ gli stessi uomini che li conducevano sui campi di battaglia”.

Con lettere e testimonianze dei soldati al fronte, Di Michele rivisita storicamente una triste pagina della storia d’Italia e di tutto il mondo ponendo al centro della sua inchiesta una pungente riflessione :” Dov’’erano gli uomini mentre si commettevano codeste infami e crudeli barbarie ai danni di bestie innocenti?”

Ogni brano regala momenti per riflettere, per commuoversi, per indignarsi, in una vera e propria celebrazione degli animali in guerra, raccontata anche attraverso disegni che rendono ancora più reali parole capaci di trasmettere quello che nessuno ha mai detto sulle sofferenze ingiuste di questi animali.

Nessuna di queste bestie – scrive Di Michele – fu risparmiata al suo destino naturale. Dalle sperimentazioni sugli animali, al loro utilizzo come kamikaze fino a quelli trucidati selvaggiamente nei mattatoi, queste bestie innocenti vennero trascinate a forza in una guerra che non gli apparteneva e non ebbero alcuna scelta se non quella di obbedire al vile egoismo umano.

Roma 21- 3 – 2019   Vincenzo Di Michele, prezzo del libro 12 euro

  IL SACRIFICIO DEGLI ANIMALI_Copertina_stampa