“TRE DONNE INTORNO AL COR MI SON VENUTE”

A Spoleto nella Sala Pegasus
tre poetesse intrecciano versi con musiche e quadri! 

 

Il 22 settembre a Spoleto nella famosa Sala Pegasus, da poco premiata come luogo di cultura per eccellenza alla Mostra del cinema di Venezia, tre poetesse intrecciano i loro versi in uno  uno spettacolo di Musica Poesia  Pittura. Angela Ambrosini, Anna Manna, Augusta Romoli  doneranno momenti di grande intensità poetica al pubblico spoletino! Un pubblico abituato a spettacoli di gran classe! Un pubblico scelto, addestrato ad assaporare l’arte da 61 anni di Festival dei due Mondi!

Non si è ancora spento l’eco del grande successo di pubblico e di critica della 61° edizione del Festival e Spoleto, dopo l’Estate spolentina, accoglie con gioia l’associazione PIANETA POESIA di Firenze che ha organizzato questo spettacolo di scambio artistico tra LA PITTURA, LA MUSIIl 22 settembre a Spoleto nella famosa Sala Pegasus, da poco premiata come luogo di cultura per eccellenza alla Mostra del cinema di Venezia, tre poetesse intrecciano i loro versi in uno  uno spettacolo di Musica Poesia  Pittura. Angela Ambrosini, Anna Manna (in foto), Augusta Romoli  doneranno momenti di grande intensità poetica al pubblico spoletino! Un pubblico abituato a spettaAnna Mannacoli di gran classe! Un pubblico scelto , addestrato ad assaporare l’arte da 61 anni di Festival dei due Mondi!CA E LA POESIA. Il Presidente dell’Associazione  PIANETA POESIA il critico letterario Giuseppe Baldassarre, ha organizzato il primo Incontro d’Arte con uno spettacolo suggestivo che apre al dialogo ravvicinato tra tre discipline artistiche di grande coinvolgimento. Così i versi  si rifletteranno nelle immagini dell’arte figurativa di Marco Lombardo mentre incantevoli musiche allieteranno lo spettacolo. Per le musiche al clarinetto Federica Ceccherini al pianoforte Giacomo Romoli.

Augusta Romoli vive a Firenze, ma è legata da affetti familiari a Spoleto, ed è merito suo questo Rendez-vous tra Spoleto, Firenze  Roma. Angela Ambrosini vive a Pistoia e svolge intensa attività culturale . Anna Manna romana, poetessa pluripremiata e molto nota per la sua organizzazione di Premi letterari nazionali,  è legata a Spoleto dalla sua poesia che ha trovato in Spoleto un luogo di grande ispirazione. Ha dedicato a Piazza del Duomo una lunga lirica che è stata donata nel 2016 a Casa Menotti durante la presentazione del suo ultimo libro di poesie “Le poesie di Monteluco” Nemapress edizioni. Monteluco è meraviglioso luogo di verde natura e profonda spiritualità che sorge proprio sopra la cittadina umbra. A Monteluco si trova il convento di San Francesco che è tappa importante  della via Francigena. Ma Monteluco è anche il Bosco Sacro, affascinante sito naturale anticamente dedicato agli dei pagani. Di questo connubio tra sacro e profano il Bosco conserva l’intrigante messaggio che Anna Manna ha voluto esprimere in versi nella raccolta prefata dal poeta  Mario Narducci.

Angela Ambrosini vive a Città di Castello e insegna spagnolo al Liceo Linguistico di Sansepolcro. Ha realizzato recensioni e studi critici su autori spagnoli e conseguito il Master in Traduzione Letteraria presso l’Università di Siena. Sua è la traduzione italiana del Don Juan di Gonzalo Torrente Ballester (Jaca Book).Vincitrice e finalista in oltre trecento concorsi di poesia e narrativa, figura in numerosi studi critici e antologici e collabora con recensioni, profili critici e traduzioni da e in spagnolo per riviste e case editrici. Ha pubblicato le sillogi di poesie Silentes anni, Tracce, 2006,e, come premi editoriali, Fragori di rotte, Tracce 2008 (opera vincitrice del premio “Scriveredonna” presieduto da M.L.Spaziani),Controcanto, Edimond 2012 (prefazione di A. Quasimodo, vincitrice del premio “Città di Castello”) e Ora che è tempo di sosta, con prefazione di Ninnj Di Stefano Busà, CTL Editore Livorno, 2017, presentato nel 2017 presso la storica associazione culturale “Camerata dei Poeti” di Firenze. È del 2007 l’opera prima di racconti Semi di senape,MEF. A sostegno della Onlus “Le fatiche di Ercole” di Città di Castello ha dato alle stampe Storie dall’ombra, 2011, nonché agende e calendari poetici. Nel 2012 ha presentato a Sansepolcro per Alessandro Quasimodo il libro di Maria Cumani, moglie di Salvatore Quasimodo,Il fuoco tra le dita. Realizza mostre ed eventi con pittori, fotografi e ceramisti.Nel 2105 è stata insignita a Parigi del Premio “World Literary Prize alla Cultura”.

Tra le iniziative istituzionali del Giorno del Ricordo 2018, è stato messo in scena a Perugia, nella Sala dei Notari del Palazzo dei Priori, dalla compagnia tifernate MEDEM di Mauro Silvestrini, il monologo teatraleMemorie dal sottosuolo, vincitore di premi letterari e già precedentemente rappresentato nel 2015 nel Teatro Comunale di Citttà di Castello e nel 2107 presso la Biblioteca Comunale di San Giustino Umbro. L’opera, unitamente al racconto Esilio e a sei poesie a tema, ha dato vita nel 2018 alla plaquette Memento. Giorno del Ricordo, Vitale Edizioni

La poetessa Augusta Romoli proviene da un’esperienza registica-radiofonica per il lavoro cIMG-20180822-WA0002ome aiuto di vari registi, tra cui Orazio Costa Giovangigli, per la realizzazione di sceneggiati di prosa, radiodrammi e vari programmi culturali. Si è dedicata agli studi di armonia e pianoforte. Diversi premi per poesia singola,sillogi poetiche e narrativa.

Ha pubblicato sillogi poetiche:

  • “Immagini”, “Il fremito del cielo” ed. Libroitaliano
  • “Lontananze”ed. Ismecalibri e “Frange di vita” Nicomp-editore

Narrativa:

  • “Una storia dalla Seconda Guerra Mondiale”-ed. Nicomp-editore;
  • “Oltre il sorriso”-2^ediz. Aracne;
  • “Racconti e storie dei bambini del Novecento”- Nicomp editore
  • “L’altra faccia”-ed. Ismecalibri, la 2^edizione sarà pubblicata da Aracne.

IMG_4948-ARTè-3CAngela Ambrosini vive a Città di Castello e insegna spagnolo al Liceo Linguistico di Sansepolcro. Ha realizzato recensioni e studi critici su autori spagnoli e conseguito il Master in Traduzione Letteraria presso l’Università di Siena. Sua è la traduzione italiana del Don Juan di Gonzalo Torrente Ballester (Jaca Book).Vincitrice e finalista in oltre trecento concorsi di poesia e narrativa, figura in numerosi studi critici e antologici e collabora con recensioni, profili critici e traduzioni da e in spagnolo per riviste e case editrici. Ha pubblicato le sillogi di poesieSilentes anni, Tracce, 2006,e, come premi editoriali, Fragori di rotte, Tracce 2008 (opera vincitrice del premio “Scriveredonna” presieduto da M.L.Spaziani),Controcanto, Edimond 2012 (prefazione di A. Quasimodo, vincitrice del premio “Città di Castello”) e Ora che è tempo di sosta, con prefazione di Ninnj Di Stefano Busà, CTL Editore Livorno, 2017, presentato nel 2017 presso la storica associazione culturale “Camerata dei Poeti” di Firenze. È del 2007 l’opera prima di racconti Semi di senapeMEF. A sostegno della Onlus “Le fatiche di Ercole” di Città di Castello ha dato alle stampe Storie dall’ombra, 2011, nonché agende e calendari poetici. Nel 2012 ha presentato a Sansepolcro per Alessandro Quasimodo il libro di Maria Cumani, moglie di Salvatore Quasimodo, Il fuoco tra le dita. Realizza mostre ed eventi con pittori, fotografi e ceramisti.Nel 2105 è stata insignita a Parigi del Premio “World Literary Prize alla Cultura”.

Tra le iniziative istituzionali del Giorno del Ricordo 2018, è stato messo in scena a Perugia, nella Sala dei Notari del Palazzo dei Priori, dalla compagnia tifernate MEDEM di Mauro Silvestrini, il monologo teatrale Memorie dal sottosuolo, vincitore di premi letterari e già precedentemente rappresentato nel 2015 nel Teatro Comunale di Citttà di Castello e nel 2107 presso la Biblioteca Comunale di San Giustino Umbro. L’opera, unitamente al racconto Esilio e a sei poesie a tema, ha dato vita nel 2018 alla plaquette Memento. Giorno del Ricordo, Vitale Edizioni