Tolstoj Lev, il tonto alla ventura di Massimiliano Riva (Liscianigiochi)

La collana ideata e diretta da L. Sossi ha l’intento di recuperare grandi classici internazionali in cui l’infanzia e la preadolescenza sono stati trattati con un approccio “dalla parte dei bambini”. Tali libri riscoperti, recuperati anche nell’espressione linguistica, sono corredati da un ottimo apparato di illustrazioni e da una novità, che appaga il lettore ma anche l’insegnante: un inserto intitolato “Prima assaggi e poi leggi” in cui l’illustratore spiega la genesi e la scelta dei suoi personaggi, pone alcune domande per stimolare il bambino e infine traccia una sintesi della storia. L’impaginazione ariosa e chiara, i caratteri a stampa lineari e tondeggianti saranno senz’altro di aiuto per i giovani con poca autonomia di lettura. Per gli insegnanti, invece, Sossi propone una accurata postfazione in cui enuclea l’attualità delle tematiche, il contesto in cui sono nate, aggiungendo cenni sull’autore e sulle edizioni precedenti. In molti di questi racconti il tema centrale è il viaggio tra avventura e comicità. Anche il Tonto, descritto in versi rimati dall’abile penna di G. Lughi, desidera conoscere la Russia e i suoi abitanti ma negli incontri fortuiti ci sorprenderà per le sue risposte in ritardo che causano irritazione e ilarità. Il ritmo narrativo si avvale di iterazioni che causano un allegro gioco di anticipazioni nel lettore.

Nella stessa collana sono già stati pubblicati Alice dei piccoli di Carroll, Le fiabe del serpente di Goethe, Il viaggio incantato di Vivanti.

Genere: racconto. Età: da 7 anni.
“Coll. I leoni d’oro”, Teramo, 2017, pp. 94, € 9,90.

C. Camicia