Adotta un’opera. Una campagna per sostenere la ricostruzione di Amatrice

Roma, 14 gennaio 2017 – Una mano di aiuto per la rinascita di Amatrice, per aiutarla a ritrovare il filo di una normale quotidianità. È in quest’ottica che C1V Edizioni ha contribuito alla campagna “Adotta un’opera”, la raccolta fondi lanciata dal Comune per la ricostruzione del dopo terremoto. La casa editrice romana ha scelto di partecipare al recupero del “Centro culturale ex Chiesa di San Giuseppe” attraverso l’iniziativa “Un libro, insieme per Amatrice”. Grazie a questa iniziativa, infatti, da settembre a dicembre scorso, per ogni libro acquistato o donato dal sito www.c1vedizioni.com o tramite e-mail c1vedizioni@gmail.com , C1V Edizioni ha devoluto due euro a sostegno della comunità amatriciana colpita dal sisma del 24 agosto scorso.

La campagna, rilanciata nel periodo natalizio con “Metti un libro sotto l’albero”, fa parte di una più ampia azione solidale basata sulla funzione sociale del libro. Alla raccolta fondi si aggiunge infatti l’evento del 27 ottobre scorso, una giornata con gli studenti della scuola elementare e media di Amatrice che hanno ricevuto libri in dono. Con il contributo diretto dell’editrice Cinzia Tocci, degli autori Sauro Benvenuti e Stefano Re, e grazie a chi tra i lettori ha aderito alla donazione, le bambine e i bambini hanno ricevuto “Tartarughe sorprese”, di Andrea Tamberi, e “Il Sole nel bauletto”, di Stefano Re; mentre le ragazze e i ragazzi hanno ricevuto “1 dei tanti”, di Benvenuti.

Per l’incontro, tra letture condivise e attività ricreative, erano presenti: l’editrice, arrivata da Roma, e Sauro Benvenuti, giunto dalla Toscana; il milanese Stefano Re, invece, non è potuto esserci perché bloccato nelle Marche a seguito dei disagi del sisma che in quelle ore ha colpito il Centro Italia. Con Benvenuti, sempre dalla Toscana, anche Paola Pacca, la madre di Daniela Cerracchio, la ragazza morta per la malattia rara di Lafora cui è stato dedicato “Tartarughe sorprese”. Mamma Paola ha donato per la biblioteca di Amatrice “Nella corretta misura. Pensieri e parole. In ricordo di Daniela”, un libro che raccoglie dediche, pensieri e frasi dei tanti che hanno conosciuto sua figlia. Insomma: il libro come occasione di socialità e condivisione, con il risultato che la Biblioteca Giovanni “Gianni” Fontanella di Amatrice, su impulso del bibliotecario Sergio Serafini, ha inserito la giornata del 27 ottobre nell’ambito della rassegna “Libriamoci” promossa dai ministeri della Cultura e dell’Istruzione.

Le nostre iniziative per Amatrice – dichiara l’editrice di C1V Edizioni, Cinzia Tocci – sono gesti di vicinanza alla popolazione colpita dal terremoto, e crediamo nella loro importanza perché tanti segni d’amore, tutti insieme, possono formare un grande mare di solidarietà. Crediamo, inoltre, che la cultura possa e debba essere il motore per lo sviluppo solidale dell’Italia e che il libro sia occasione di crescita non soltanto individuale, ma anche sociale. La raccolta fondi, la donazione dei libri, la giornata trascorsa insieme ai bambini e ai ragazzi di Amatrice – prosegue Tocci – sono dunque in linea con il carattere sociale della nostra casa editrice, da sempre convinta che la cultura, promuovendo la dimensione comunitaria del Noi, possa contribuire a rendere migliore l’Italia. Il nostro ‘grazie’ – conclude l’editrice – va pertanto alle lettrici e ai lettori, agli autori e a Paola Pacca che hanno partecipato all’iniziativa, ma anche alle insegnanti della scuola di Amatrice, alla dirigente scolastica Maria Rita Pitoni, alla vicepreside Maria Teresa Marinelli e al bibliotecario Sergio Serafini che ci hanno aperto le porte. Un ringraziamento speciale, inoltre, ai bambini e ai ragazzi di Amatrice perché sono stati per noi testimonianza di speranza e di rinascita”.