In casa senza disturbare

IN CASA SENZA DISTURBARE

S’allontana un brusìo di pareti
scivola paziente
in più di una resa
all’ultimo nodo.

Mi disperdo
in ogni contrada
come avanzo
di tempo in naufragio
e nessuna epigrafe m’accoglie.

Nell’abbandono
nei traguardi perduti
lì sono centro
lì sono casa
non più margine in ombra
o piccola storia di un istante
ma punto vivo sull’eterno
e…colgo una spiga

e contemplo aurore
senza disturbare.

Iole Chessa Olivares, Nel finito…Mai finito, Edizioni Nemapress, 2015