“Il sole nel bauletto”: il libro di Stefano Re in dono alle bambine e ai bambini di Amatrice

Il sole nel bauletto”, raccolta di storie per l’infanzia scritte dal milanese Stefano Re, in dono alle bambine e ai bambini di Amatrice. Una giornata all’insegna della lettura e della condivisione, quella del 27 ottobre promossa dalla casa editrice romana C1V Edizioni. Grazie al contributo dell’editrice Cinzia Tocci, di alcuni lettori e dello stesso autore, ogni bambino della scuola elementare ha ricevuto una copia del libro. Tra i temi al centro di queste storie: il valore dell’amicizia, la solidarietà, il bene comune, la finitezza delle cose cui corrisponde sempre un nuovo inizio.

I libri sono stati consegnati dall’editrice arrivata da Roma: Stefano Re, invece, partito dalla Lombardia è rimasto bloccato nelle Marche a seguito dei disagi causati dal sisma. Anche questi testi contribuiscono alla raccolta fondi di C1V Edizioni. Con “Un libro, insieme per Amatrice”, infatti, da settembre a dicembre 2016, per ogni libro acquistato o donato dal sito www.c1vedizioni.com o tramite l’indirizzo di posta elettronica c1vedizioni@gmail.com, la casa editrice destina due euro per la ricostruzione post terremoto.

L’iniziativa, dedicata anche ad altri libri di C1V Edizioni, è stata apprezzata dalla Biblioteca comunale Giovanni “Gianni” Fontanella di Amatrice che l’ha inserita in “Libriamoci”, giornate di lettura nelle scuole promosse dal ministero della Cultura e dal ministero dell’Istruzione.

Anche i bambini hanno gradito le storie de “Il sole nel bauletto”. Tra le più gettonate “Il gattino vanitoso”, la favola di un gattino bello e tanto orgoglioso del suo aspetto fisico al punto da mostrare disinteresse per gli altri, fino a quando, in momento di difficoltà, il conforto di una gattina brutta e spelacchiata non gli fece capire che l’amicizia è più importante della bellezza.

In cima alla lista delle preferite anche “Il pupazzo di neve”, in cui si narra la delusione di alcuni bambini nel vedere il loro pupazzo sciogliersi con il calore del sole, che in risposta alla loro protesta si offese lasciandoli al buio per due giorni, fino a quando i bambini non chiesero scusa e “capirono che le cose belle possono durare anche poco, perché comunque ne ricominciano altre”.

Con questa iniziativa – dichiara l’editrice Cinzia Tocci – abbiamo voluto dare una piccola mano d’aiuto per il processo di ricostruzione sociale della vita quotidiana. C1V Edizioni ringrazia chi come Stefano Re ha contribuito alla donazione. E ringrazia la dirigente scolastica Maria Rita Pitoni, la vicepreside Maria Teresa Marinelli, le insegnanti e il bibliotecario Sergio Serafini che hanno riposto fiducia nel nostro progetto. Abbiamo promosso questa giornata – conclude l’editrice – perché crediamo nell’importanza dell’editoria solidale, perché i libri e la cultura possono e devono contribuire alla crescita non soltanto individuale ma anche sociale, partendo dall’infanzia”.

Tags: