“Medicina insolita per non medici”, di Giorgio Dobrilla, prefazione di Piero Angela

5ff888_9c14cff77db0413c8bc72951e1062f13mv2Medicina insolita per non medici. Argomenti trattati raramente in prima pagina” è il più recente libro scritto da Giorgio Dobrilla, primario gastroenterologo emerito all’Ospedale di Bolzano con all’attivo numerosi altri volumi sempre nel segno della divulgazione scientifica. Il volume è pubblicato dalla casa editrice romana C1V Edizioni. La prefazione è di Piero Angela.

Il libro affronta numerosi argomenti, tra questi: il dibattito sui vaccini e sui falsi miti antivaccinisti, il “caso Wakefield” sul possibile rapporto – scientificamente infondato – tra autismo e i vaccini per morbillo, rosolia e parotite, inoltre l’abuso irragionevole di medicinali, i farmaci equivalenti (generici), l’abuso irresponsabile degli antibiotici, l’ingiustificato successo di farmaci non validati. E ancora: il rapporto tra medicina e magistratura, il metodo Stamina, il testamento biologico, le terapie anticoncezionali, le terapie dimagranti, i trapianti d’organo.

Di più, sempre per restare agli esempi, spazio al rapporto tra medicina e società: il ruolo preventivo dei medici per un possibile contrasto al femminicidio, il legame tra diseguaglianze, salute e longevità, la chirurgia negata a cinque miliardi di persone. Infine alcune curiosità per niente banali come le prospettive della medicina di genere che guarda al femminile, l’esclusione delle donne e dei bambini dagli studi clinici, il cancro nel cinema e nella realtà, le emergenze mediche durante i viaggi in aereo.

Medicina insolita per non medici” fa parte di “Scientia et Causa”, la collana di divulgazione scientifica di C1V Edizioni. Il giornalista Piero Angela, nella prefazione dichiara: “Conoscendo da tanto tempo ormai Giorgio Dobrilla non mi meraviglio di questo suo nuovo libro che come gli altri è centrato sulla informazione medica seria (o se si vuole contro la disinformazione. Anche in questo caso, ma più ancora delle altre volte, l’Autore scrive soprattutto per i lettori non medici, benché a mio parere anche non pochi di loro troverebbero nel volume notizie, precisazioni e riflessioni assolutamente interessanti [...]”.

Insomma: il testo di Dobrilla è un’utile “guida” rivolta alla cittadinanza per fare chiarezza su tanti temi riguardanti la salute; temi che diverse volte, come sottolinea nell’introduzione lo stesso autore, “vengono trascurati, appena accennati, rapidamente accantonati e mai ripresi” dai giornali.

Questo volume – dichiara l’editrice di C1V Edizioni, Cinzia Tocci – è in linea con la nostra principale visione del libro e con la collana Scientia et Causa, per frenare oscurantismo e disinformazione, per la crescita individuale e sociale”.