Il legame segreto tra la musica e la struttura dell’universo

Più di cinquanta anni fa John William Coltrane, sassofonista e compositore statunitense, considerato uno dei più grandi sassofonisti della storia del jazz, ha sistemato le note musicali in un cerchio e le ha collegate con linee rette, formando una stella a cinque punte. Ispirato da Einstein, Coltrane aveva messo la fisica e la geometria al centro della sua musica. Il fisico e musicista jazz Stephon Alexander, autore del libro “The Jazz of Physics: The Secret Link Between Music and the Structure of the Universe”, collega il jazz con le risposte alle “domande ultime” della fisica moderna e contemporanea sul passato e il futuro dell’universo.

Da sempre i legami tra la musica e la fisica hanno attirato menti eccelse, da Pitagora a Keplero, da Newton ad Einstein; nel passato la musica, la fisica e lo studio del cosmo erano quasi una cosa sola ed assieme venivano spesso studiate, cercandone i collegamenti. Nel libro l’autore ci racconta i suoi sforzi nella direzione della conciliazione tra la sua passione per la musica e la fisica teorica. Suonando il sassofono e studiando equazioni matematiche, egli ci parla del collegamento tra le onde fondamentali che compongono il suono e le onde fondamentali che compongono l’universo.

Considerando l’intera storia dell’universo dalla sua nascita al suo destino finale, la sua struttura a scale piccolissime e grandissime, il libro affascina il lettore e ispira interesse verso i misteri del nostro universo, la musica, la vita.

Le vibrazioni e le risonanze sono nel cuore della struttura fisica che ritroviamo attorno a noi, dalla più piccola particella di materia ai più grandi ammassi di galassie, passando attraverso la meccanica quantistica, la teoria delle superstringhe, il Big Bang, l’evoluzione delle galassie, il processo di teorizzazione e scoperta scientifica.

L’autore offre ritratti chiari dei maestri della musica e della scienza, nonché interessanti pagine sul rapporto tra arte e scienza, non perdendo mai di vista la matematica e le melodie con lo stupore di un bambino. Affianca il mondo di improvvisazione del jazz alla realtà sfuggente della meccanica quantistica e affronta con questo spirito le frontiere della cosmologia e della gravità quantistica. Ne esce una lettura piena di passione, gioia e intuizione per tutti coloro che si interrogano sulle domande profonde relative all’esistenza della realtà, guardando dalle lenti della fisica e la musica.

Stephon Alexander è professore di fisica presso la Brown University; nel 2013 ha vinto il premio “American Physical Society Award Bouchet”. E’ anche un musicista jazz e recentemente ha finito di registrare il suo primo album di jazz elettronico con Erin Rioux. Vive a Providence, Rhode Island.

 

Titolo: The Jazz of Physics: The Secret Link Between Music and the Structure of the Universe

Autore: Stephon Alexander

Copertina rigida: 272 pagine

Editore: Basic Books (26 Aprile 2016)

Lingua: Inglese

ISBN-10: 0465034993

ISBN-13: 978-0465034994