I peccatori. Piccole illuminazioni sugli attimi fuggenti

i-peccatori-321453I peccatori di Emanuele Bucci – eclissi editrice-

(Roberta De Thomasis)

Il romanzo giallo di un esordiente brillante, che mette in scena come a teatro una coralità di personaggi sfaccettati e contraddittori, temi sulla vita e la morte ma anche piccole illuminazioni sugli attimi fuggenti.

In un albergo dove un ex-politico potente decide di confessarsi a un giovane scrittore avviene il delitto di una giovane cameriera. Tra lo scrittore Matteo e l’ospite regista Costan parte un’indagine privata da una metafora tra vita vissuta e mistero da cogliere. Amica di Matteo la giovane Lisa, attrice porno, ma fragile personalità vessata dal padre, che innerva il racconto, è coinvolta col potere e ha paura dell’amore.

La prosa scorre tra la costruzione serrata dell’intreccio e momenti di riflessione sui sentimenti, l’apparire di una donna misteriosa che dipinge due corpi che si attraggono nella tensione di sfiorarsi, camere dell’albergo impenetrabili, il mistero di un delirio religioso, un sacrificio da compiere perché dal Male avvenga la purificazione del Bene, la dubbia complicità dell’albergatore. Una tranquilla famigliola in vacanza cela un ispettore di Polizia che risolverà il caso, ma il fascino del romanzo è soprattutto nel duplice rapporto di Matteo col suo ruolo di testimone di una storia di potere e il lento avvicinarsi a Lisa, compagna di scuola forse sempre amata con esitazione.

I passi dell’educazione sentimentale, i tentativi di andare oltre le proprie resistenze e quelle di una giovane donna che è vittima di un mistero che le si rivelerà crudelmente.

Il regista Costan sarà il Mentore per Matteo , decidendo di strappare una lettera riletta per lunghi anni e mai spedita, gli aprirà la strada per sperare in un’attesa coraggiosa che il dolore di Lisa si ricomponga in un senso nuovo.