Giovani Cultura e Istituzioni. Un corso di formazione dell’Università di Trieste

Giovani Cultura e Istituzioni

Corso di Form(A)zione

Trieste 20-22 novembre 2014

CALL FOR PAPERS

Termine per l’invio delle proposte di partecipazione e degli abstract

27 settembre 2014

“Giovani Cultura e Istituzioni” si propone come luogo di formazione per giovani italiani e stranieri che aspirano ad ottenere una professionalità alta di livello dirigenziale, organizzativo o dimanagement nei settori della cultura, della comunicazione, dell’ imprenditoria, della PubblicaAmministrazione.

L’invito a partecipare è rivolto a studenti di laurea triennale o magistrale, dottorandi, dottori diricerca e post-doc, ma anche a giovani già usciti da un percorso formativo che non abbiano superato i 35 anni di età.

Si rivolge a un target diversificato di persone provenienti anche da diversi campi di specializzazionee competenza (come indicato dalle sotto specificate aree a cui fare riferimento per la proposta dipartecipazione) che vogliono acquisire come elemento di qualificazione della propria formazione professionale la capacità di intercettare il complesso movimento della cultura e di orientarsi versopratiche di saperi in continua trasformazione in cui mettere all’opera i fondamenti di ciascun sapere, le regole e le competenze delle proprie specialità

I nuovi codici di interazione e la loro declinazione nei diversi “linguaggi culturali” (dall’ambito della ‘creatività’ artistica alla cultura imprenditoriale, dai nuovi modelli di comunicazione e loro gestione/applicazione – nei social media, nella nuova editoria-, alle forme e ai contenuti della mediazione interculturale, dalla rigenerazione dei saperi nella trasmissione scolastica alle problematiche sociali poste dal dialogo intergenerazionale, alle nuove frontiere della cittadinanza) investono anche l’analisi delle pratiche istituzionali necessitate ad adeguarsi ad esigenze continuamente nuove.

La gestione dei processi di transizione, una costante nella multidimensionalità e multitemporalità che caratterizza la contemporaneità culturale ed economica e a cui deve rispondere l’affermarsi di nuove professioni e il flessibilizzarsi di antiche, non è possibile senza l’acquisizione di conoscenze complesse e senza un’elevata qualificazione transdisciplinare, che integra e potenzia competenze specialistiche e tecniche.

Di fronte a queste sfide il corso si propone come palestra di confronto fra diverse generazioni . Esso impegnerà studenti /giovani studiosi /giovani professionisti o futuri professionisti / professori, esperti e professionisti già affermati a mettersi in gioco sul terreno di un work in progress costantemente teso all’attivazione di innovative sinergie e relative applicazioni nei settori sopra menzionati.

Strumenti di analisi adeguati, provenienti dal mondo della ricerca e suggeriti dalle giovani generazioni di professionisti o di studiosi, direttamente coinvolte nell’esperienza del cambiamento per la natura stessa della loro posizione esistenziale e sociale, nonché l’acquisizione di categorie trasversali, promuovono prospettive di scambio, di apprendimento permanente, preparando ad affrontare i processi trasformativi economici, culturali e interculturali nelle forme e nei contenuti del lavoro e delle relazioni.

Aree tematiche

I paper proposti dovranno riferirsi a una o più delle seguenti aree tenendo conto dei recenti sviluppi delle stesse e delle prospettive di ricerca:

TrasformAzioni: Cultura e cambiamento sociale (Agire trasformativo e cittadinanza complessa, memorie culturali, mediazioni interculturali, processi intergenerazionali, Identità, Storie in contesto, Traiettorie, Biografie)

Le forme e il contenuto 1: La creatività e le sue possibili declinazioni (creatività e competenze tecnico-disciplianri, nella cultura, nelle scienze, nelle pratiche del dialogo e della cittadinanza; nei settori economici e imprenditoriali…).

Le forme e il contenuto 2: Media/Social. Comunicare, formare, socializzare (I social Media: da fruitori consapevoli a produttori di contenuti; Le social networking skills, pratiche consapevoli e comportamenti responsabili nei social network).

Le forme e il contenuto 3: Istituzioni per…. (Quali istituzioni per quali TrasformAzioni? Quali istituzioni per quale Form(A)zione; Istituzioni tra conservazione e cambiamento.)

Giovani Cultura e istituzioni: un work in progress (Dibattito in sessione plenaria)

Tipo di partecipazione

- Paper individuali. Verranno raggruppati all’interno di sessioni parallele. Ogni paper avrà 15 minuti di tempo. Seguono dibattito e domande.

- Due o più discussants commenteranno in sessione plenaria i paper letti nelle sessioni parallele interagendo con i relatori. Dibattito generale.

- Presentazione di progetti - Si tratta della presentazione di progetti che possono esemplificare un successo di buone pratiche e nella ricerca, con un impatto significativo sulle sfide economiche, sociali e culturali.

- Partecipazione ai dibattiti: E’ ammessa la presenza anche di partecipanti senza paper, sia nei panel paralleli, sia nelle sessioni plenarie con interventi nel dibattito. In questo caso la partecipazione è aperta anche oltre il limite di età dei 35 anni. Si raccomanda la partecipazione di insegnanti, operatori sociali, mediatori culturali e figure professionali legate alle aree sopra elencate. L’interesse a partecipare deve essere comunicato entro il 27 novembre 2014.

Procedura per la candidatura

Un abstract del paper proposto deve essere inviato entro il 27 Settembre (500 parole, 1000 inclusive della bibliografia). Si possono inserire nell’abstract brevi informazioni su grafiche e supporti multimediali). Le candidature devono pervenire via E-Mail a valera@units.it. Una commissione procederà alla selezione. Nell’abstract deve essere indicato oltre il nome anche un breve cv (formazione, specializzazione e interessi: non più di 300 parole), università o ente di provenienza.

Selezione

Verranno selezionati 25 candidati. La procedura di selezione terminerà il 4 ottobre e il risultato verrà comunicato immediatamente. Il paper deve essere inviato entro il 10 novembre.

Borse di studio

Tenendo conto delle domande di partecipazione pervenute si valuterà l’attribuzione di borse di studio a candidati fuori sede considerati meritevoli.

INFO: valera@units.it

Tags: