“L’Italia delle Tipicità” premia i libri di Enogastronomia e Cultura

tipicità-300x249

Scade il 31 dicembre il termine per la presentazione delle opere alla seconda edizione del Premio nazionale “L’Italia delle Tipicità. Enogastronomia e Cultura“, bandito dall’Associazione Italiana del Libro e da Res Tipica, la rete delle Città di identità aderenti all’ANCI.

Il Premio tende a valorizzare e a diffondere – anche nell’ottica degli obiettivi di Expo 2015 – le opere e le pubblicazioni che meglio descrivono l’apporto del patrimonio enogastronomico allo sviluppo economico, culturale e turistico dei territori italiani, contribuendo a stimolare, per l’intensità e la bellezza delle descrizioni, la curiosità di viaggiatori, consumatori e turisti. Il Premio è aperto alla partecipazione di autori, giornalisti, studiosi, case editrici, istituti scolastici, universitari e di ricerca, aziende, associazioni culturali, enti pubblici e privati. Si concorre con libri, pubblicazioni, saggi, ricerche o articoli in lingua italiana.

Il Premio è stato suddiviso in 3 sezioni:

  • Sezione opere edite
  • Sezione opere inedite
  • Sezione riservata alle scuole

Fanno parte del Comitato Scientifico del Premio: Mariarosa Santiloni, presidente (giornalista, segretario generale della Fondazione Ippolito e Stanislao Nievo, studiosa della storia dell’alimentazione e del cibo), Sergio Bonetti (Confartigianato, Artigiani del cibo), Mihaela Gavrila (Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale dell’Università di Roma La Sapienza), Maria Catricalà (Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo dell’Università di Roma Tre), Andrea Fabbri, Dipartimento di Scienze degli Alimenti, Presidente del Corso di Laurea in Scienze Gastronomiche dell’Università degli Studi di Parma), Emanuele Marconi, direttore del Dipartimento Agricoltura, Ambiente e Alimenti dell’Università degli Studi del Molise, Fabrizio Montepara (presidente di ANCI Res Tipica e vicepresidente delle Città del Vino). Partecipano alle attività di ricerca e di valutazione collegate al Premio le Biblioteche di Roma e il Dipartimento Agricoltura, Ambiente e Alimenti dell’Università degli Studi del Molise.

Per informazioni: info@associazioneitalianadellibro.com

Entro il termine fissato i partecipanti devono comunicare via email all’Associazione Italiana del Libro le proprie generalità (nome e cognome o ragione sociale e email di riferimento), indicando la sezione alla quale intendono partecipare (sezione opere edite / sezione opere inedite / sezione scuola) e allegando l’opera o le opere presentate in formato digitale.

Vanno sempre indicate le email dell’autore o, nel caso di opere collettive, di tutti gli autori della pubblicazione.

Per le opere collettive l’opera può essere presentata, a nome di tutti, oltre che dall’editore o dall’ente interessato, anche da un singolo autore o dal curatore.

Le richieste di partecipazione, con l’opera o le opere allegate, vanno inviate al seguente indirizzo di posta elettronica: info@associazioneitalianadellibro.com

La documentazione può essere allegata, a seconda della pesantezza, in un unico file o in più file e deve comprendere:

Per le sezioni opere edite: l’opera intera oppure una parte consistente del libro ritenuta sufficiente ai fini degli obiettivi del concorso. Sono consigliati un abstract e un breve profilo bio-bibliografico dell’autore o degli autori. Se l’opera non viene allegata nella sua interezza sono necessari il sommario, l’eventuale presentazione o introduzione, la copertina, il colophon o il frontespizio della pubblicazione (da cui risultino autore, titolo, editore o testata, data di edizione).

Per la sezione opere inedite: l’opera intera oppure, se eccessivamente voluminosa, una parte consistente ritenuta sufficiente ai fini degli obiettivi del concorso. Sono consigliati un abstract e un breve profilo bio-bibliografico dell’autore o degli autori.

Per informazioni: info@associazioneitalianadellibro.com

Per i non iscritti all’Associazione è richiesto un contributo di partecipazione al Premio di 7,00 euro per ogni opera presentata. Chi è iscritto all’Associazione non deve versare alcun contributo per la prima opera presentata.

Il versamento può essere effettuato in questi modi:

  • utilizzando il servizio PayPal accessibile dal sito www.associazioneitalianadellibro.it
  • versamento sul conto corrente postale n 1012061907 intestato all’Associazione Italiana del Libro, Via Giuseppe Rosso 1/a, 00136 Roma (in questo caso è consigliato inviare copia della ricevuta via email)
  • bonifico sullo stesso conto dell’Associazione Italiana del Libro, IBAN: IT39I 07601 03200 00 1012061907

Sono ammesse a concorso le seguenti opere:

- sezione opere edite: libri, articoli giornalistici, ricerche, opere di carattere istituzionale o promozionale, pubblicazioni edite nel triennio 2012-2014. Sono ammesse anche opere non ancora materialmente stampate purché la loro pubblicazione avvenga entro il 31 dicembre 2014. Rientrano tra le opere edite anche quelle autopubblicate o pubblicate soltanto in formato elettronico o digitale. Nel caso degli articoli giornalistici occorre presentare da un minimo di 3 ad un massimo di 5 articoli.

- sezione opere inedite: saggi, articoli, ricerche non ancora pubblicate. La lunghezza massima di tali opere non deve superare le 50.000 battute (spazi inclusi);

- sezione riservata alle scuole: saggi, articoli e ricerche inviate direttamente dagli studenti o selezionate dal personale insegnante, tra cui ricerche o lavori collettivi realizzati in classe, sul tema di Expo 2015: “Nutrire il pianeta. Energia per la Vita”. La lunghezza massima di tali opere non deve superare le 50.000 battute (spazi inclusi). Questa sezione è riservata agli istituti di istruzione di secondo grado (scuole medie e superiori). Sono ammesse ricerche ed opere collettive realizzate in classe. Per motivi attinenti all’organizzazione del concorso l’Associazione Italiana del Libro può procedere allo slittamento dei termini di presentazione delle opere, indicandone e rendendone pubbliche attraverso il sito le modalità.

L’Associazione Italiana del Libro, in coerenza con le sue finalità, dà il massimo di diffusione alle opere premiate, anche attraverso iniziative nelle scuole, nel mondo della ricerca e dell’università, nelle librerie, nelle biblioteche. I premi non sono in denaro. I riconoscimenti assegnati vengono tuttavia integrati, quando possibile, con premi in libri o di altro genere messi a disposizione da istituzioni ed enti che collaborano con l’Associazione. Le opere inedite presentate nell’ambito del Premio vengono valutate e promosse anche ai fini della loro eventuale pubblicazione presso le case editrici italiane.