Roma la mattina

ROMA LA MATTINA

Appare velata
dolente
nell’eroismo quotidiano
una sindone d’oro e sangue
comunque indelebile
anche per la schiena del mondo.
L’occhio dolce-amaro
della Storia
ogni istante
diversamente lacerato
spinge la sua pena:
impermanenza
e nebbia superstite
a Oriente
lontano da ogni grandezza
dalla quiete sola
della perfetta luce.
IOLE CHESSA-OLIVARES