Herb Ritts: in piena luce

All’AuditoriumExpo dell’Auditorium Parco della Musica fino al 30 marzo è visibile la mostra dedicata a Herb Ritts , annoverato tra i migliori venti fotografi e considerato erede di Helmut Newton. Intitolata “In piena luce”, la mostra propone più di cento scatti in bianco e nero provenienti dalla Herb Ritts Foundation di Los Angeles, dedicati per lo più al mondo della modo e delle stars.

Infatti, il fotografo era amico delle stars più importanti ed è questo il segreto dei suoi scatti: ritrarre volti di uomini e donne prima che di celebrità, coglierne il carattere, l’ironia  e la sensualità delle persone e non dei personaggi. Risiede qui la differenza tra un fotografo  e un amico, la possibilità di cogliere l’intima essenza di un volto perché si è in stretta confidenza con il soggetto fotografato. Madonna, Michael Jackson, Nicole Kidman, Richard Gere sono stati amici di Ritts scomparso nel 2002 per complicazioni dovute ad una polmonite. A tal proposito è significativa la foto delle cinque modelle ognuna delle quali offre all’obiettivo uno sguardo femminile personale, sognante, risoluto, fragile, abbandonato:

foto a

A Ritts Madonna affidò la foto di copertina di True Blue così come Liz Taylor il corpo distrutto dal cancro:

foto b

Si tratta del ritratto perfetto dello star system americano che Herb conosceva bene e che da vicino compone la rassegna fotografica. La mostra include anche scatti del reportage africano, i paesaggi della California e i celebri corpi, femminili e maschili, fiore all’occhiello della produzione del fotografo che studiava attentamente la scultura greca per riprodurla sui corpi di carne. Ciò è particolarmente evidente nella posizione dei corpi stessi e nell’idea di forza che essi suscitano:

foto c

foto d

Tanto che anche le donne sono spesso mascolinizzate:

foto eMolto interessante la visione dei i provini da cui si evince ciò che Ritts approvava e ciò che scartava, utile per capire i suoi criteri estetici.

Fausta Genziana Le Piane