Verso altri cieli, oltre l’imprendibilità

copertina-floriana-porta-VE-214x300

Nella silloge Verso altri cieli  (Digital Book – Edizioni R.E.I.) di Floriana Porta si amalgamano e s’intrecciano “sillabe di poesia”, accarezzate da venti disordinati, sfavillanti luci e mutevoli ombre. Dominano i silenzi, le solitudini, le memorie e “le parole appena sussurrate”. È un libro intenso, surreale, dallo stile incisivo e sintetico, che parla all’anima, dove la parola “si muta in poesia” e va dritta al cuore del lettore. In questo delicato equilibrio prendono vita le voci e i respiri della poetessa, in un canto che si espande in spazi aperti, verso cieli infiniti, “là, sulla linea dell’orizzonte”, per arrivare fin giù, in fondo alla carne, e dappertutto. Immagini vive, toccanti, in eterno movimento, affidate alla poesia. Una poesia nuda, senza maschere e senza macchie. Che dà voce ai sogni e alla follia, “e canta il nulla, lo combatte e lo distrugge con un calmo incantesimo”. Inventando immagini, senza mai fermarsi.

Floriana Porta, Verso altri cieli. Il guardare e il sentire oltre l’imprendibilità, Digital Book