Italia mia. Viaggio sentimentale in Italia. Il 2 dicembre la premiazione

2011_50281_1097652-300x217

E’ fissata per il prossimo 2 dicembre a Roma, alle ore 15, presso la Sala del Centro di documentazione Europea della Facoltà di Economia e Commercio (Via del Castro Laurenziano) la cerimonia di premiazione del Premio Italia Mia. Viaggio sentimentale in Italia.

Il premio è stato bandito dall’Associazione Italiana del Libro e realizzato in collaborazione con molte biblioteche e librerie d’Italia (vedi elenco alla fine di questo articolo) con il patrocinio di Res Tipica, l’Associazione costituita dall’ANCI (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) per la promozione e la valorizzazione del patrimonio culturale, ambientale, enogastronomico e turistico dei Comuni italiani.

Ideatrice e Presidente onorario del Premio Anna Manna, che ha dato origine al Premio con i suoi racconti ispirati alle città italiane.

I partecipanti hanno creato racconti e versi ambientando una storia d’amore in luoghi italiani.

  • Presidente del Premio: Anna Manna
  • Presidente della Giuria dei Critici Letterari: Neria De Giovanni

Le migliori opere di ciascuna sezione saranno premiate con la pubblicazione.

Tutti i partecipanti riceveranno un attestato di partecipazione al Premio.

 

ail-banner-italiamia-300x300 QUADRATO

Hanno dato la loro disponibilità a partecipare ai lavori della Giuria del Premio

Dr. Paola Baratter, Università degli studi di Trento

  • Dirigente scolastico, si è laureata a Venezia in Lettere e in Storia, conseguendo successivamente il dottorato di ricerca in Italianistica. Studiosa di lingua e di letteratura italiana, è stata docente a contratto presso la Libera Università di Bolzano, l’Università Ca’ Foscari di Venezia e l’Università degli studi di Trento, con la quale collabora tuttora per il monitoraggio delle competenze linguistiche degli studenti. Si occupa inoltre di didattica, tenendo corsi di formazione e scrivendo sulla rivista “Scuola Italiana Moderna”. Tra le pubblicazioni, spiccano gli studi su Vincenzo Consolo e Gasparo Gozzi e le ricerche sulla scrittura burocratica e sulla grammatica valenziale. Socio della Società Linguistica italiana, ha contribuito a fondare il GISCEL Trentino (2006), di cui è stata primo Segretario.

Prof. Laura Bellia, Università degli Studi di Napoli Federico II

  • Laura Bellia è professore associato di Fisica Tecnica Ambientale presso il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi di Napoli Federico II. L’attività didattica, svolta presso corsi di Laurea di Architettura ed Ingegneria, comprende corsi di Fisica Tecnica Ambientale, Tecnica del Controllo Ambientale, Impianti Tecnici ed Illuminotecnica.  E’ autrice di testi ed appunti didattici e di un corso di Illuminotecnica disponibile su I-Tunes (Federica e-learning). L’attività di ricerca, testimoniata da circa 70 pubblicazioni, riguarda i settori della termofisica dell’edificio, dell’impiantistica e soprattutto dell’illuminotecnica. Con riferimento a quest’ultimo settore, è referente del laboratorio di Illuminotecnica del Dipartimento di Ingegneria Industriale ed ha partecipato a diversi Programmi di Ricerca e Convenzioni  riguardanti l’illuminazione naturale, il comfort visivo negli ambienti di lavoro e nelle scuole,  l’illuminazione dei beni culturali, le prestazioni energetiche degli impianti di illuminazione. Attualmente si occupa di qualità dell’illuminazione e degli effetti non visivi della luce sugli esseri umani, in collaborazione con il Dipartimento di Psicologia della Seconda Università di Napoli. E’ presidente della delegazione campana AIDI (Associazione Italiana di Illuminazione) e svolge attività in ambito CIE (Commission Internationale d’Eclairage).

Prof. Marco Bruno, Università degli Studi di Roma La Sapienza

Prof. Antonio Dal Canton, Università degli Studi di Pavia

  • Il prof. Antonio Dal Canton si è laureato in Medicina nel 1971 a Parma dove si è poi  specializzato in Nefrologia. A Parma ha lavorato nell ‘Istituto di Patologia Medica come ricercatore borsista e contrattista quadriennale fino al 1977 quando si è trasferito alla Università di Napoli nel ruolo di Aiuto della Unità di Nefrologia. Nel 1986 è diventato professore di  I Fascia di Nefrologia a Sassari. E’ stato poi chiamato per trasferimento a Catanzaro e Pavia dove lavora dal 1992.  A Catanzaro ed a Pavia ha fondato la Nefrologia Universitaria, aprendo  reparti e laboratori e istituendo la Scuola di Specializzazione. La sua esperienza clinica copre tutte le aree della Nefrologia, incluso il trapianto renale. La sua attività di ricerca ha una forte connotazione sperimentale e traslazionale. Ha pubblicato 250 lavori censiti in Pubmed in giornali internazionali. Ha ricoperto ruoli di organizzazione e direzione a livello nazionale ed internazionale. E’ stato membro del Consiglio Direttivo della Società Europea di Nefrologia, membro della UEMS (Union European Medical Specialists), Presidente della Società Italiana di Nefrologia, Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia della Università di Pavia. Le sue letture preferite sono saggi con un interesse particolare per la Storia, la Antropologia, il Linguaggio. I suoi hobbies sono viaggiare e la sua barca a vela, con la quale pratica navigazione d’altura.

Prof. Gian Carlo Di Renzo, Università degli Studi di Perugia

  • Medico, professore, musicista, e poeta. Specialista in ostetricia e ginecologia, scienziato ricercatore nel campo della medicina materno-fetale, Gian Carlo Di Renzo, in arte “Doctor G”, dirige la Clinica Ostetrica e Ginecologica e la Scuola di Specializzazione in Ginecologia e Ostetricia dell’Università di Perugia, è segretario generale della Federazione Mondiale di Ginecologia e Ostetricia, è Visiting Full Professore nelle Università di Kansas City, New York, Kuwait, Qatar e Honorary Professor delle Università di Buoenos Aires, Mosca, Dubrovnik, Belgrado, Tomsk e Chisinau ed è stato relatore a congressi e corsi nazionali e internazionali in oltre novanta paesi del mondo. Fondatore ed editor di numerose riviste scientifiche nazionali e internazionali, è autore di oltre 1.000 pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali, monografie e edizioni curate. Ha pubblicato diverse opere letterarie, tra cui “Olfatto e profumo tra storia, scienza e arte” e “La violenza sessuale: miti, stereotipi e realtà” (Aracne Editore), “Il mio paziente non è ancora nato” e la raccolta di liriche “Le ali dell’anima” (DR Editore) e la silloge “Il tramonto della luna” (Ibiskos Edizioni), vincendo diversi premi letterari nazionali.

Prof. Claudio Giovanardi, Università degli Studi Roma Tre

  • Claudio Giovanardi è professore ordinario di Linguistica italiana presso l’Università Roma Tre, ove attualmente dirige il Dipartimento di Italianistica. E’ autore di numerosi saggi dedicati alla comunicazione scritta dell’italiano, all’influsso dell’inglese sull’italiano, alla diffusione dell’italiano nel mondo, alla lingua del teatro e al rapporto lingua-dialetto a Roma, alla questione della lingua nel Cinquecento e nel Settecento. Tra le sue pubblicazioni più recenti: Lingua e dialetto a teatro (2007); (con R. Gualdo e A. Coco), Inglese – Italiano 1 a 1. Tradurre o non tradurre le parole inglesi? (seconda edizione riveduta e ampliata, 2008); (con I. Consales), Petrolini inedito (2010), una raccolta di macchiette e di commedie inedite del famoso attore romano;  L’italiano da scrivere (2010);  (con P. Trifone ), L’italiano nel mondo (2012). E’ socio ordinario dell’Arcadia e del Centro Studi G.G. Belli; è socio corrispondente dell’Istituto di Studi Romani. Ha recentemente pubblicato il romanzo Mamma ricordi, Manni, Lecce, 2013.

Prof. Elena Granata, Politecnico di Milano

  • Elena Granata insegna Analisi della città e del territorio e Geografia urbana al Politecnico di Milano. Si occupa con passione di temi legati all’abitare e alla relazione tra uomo e ambiente. Autrice di saggi e volumi, tra i più recenti: Sapere è un verbo all’infinito (con Anna Granata e Chiara Granata), Il Margine, Trento, 2013; La mente che cammina. Esperienze e luoghi, Maggioli, Milano, 2012; Amor loci. Suolo, ambiente e cultura civile, Libreria Cortina, Milano, 2012 (con Paolo Pileri); La macchina del tempo. Leggere la città europea contemporanea, Marinotti, Milano, 2011 (con Carolina Pacchi). Per la collana “Passaparola” di Città Nuova ha scritto i seguenti libri divulgativi: Leggere. Le parole ci rendono liberi, Città Nuova, 2012; Ridere in famiglia, Città Nuova, Roma, 2011; Case. Piccolo alfabeto dell’abitare, Città Nuova, Roma, 2013.

Prof. Michele Lalla, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

  • Professore ordinario di Statistica sociale, insegna presso il Dipartimento di Economia “Marco Biagi”. Si interessa alla poesia dall’adolescenza e ha pubblicato raccolte di versi in dialetto e in italiano; ha scritto anche racconti, un romanzo, e recensioni. Le pubblicazioni di poesia in dialetto abruzzese, sua lingua di origine, sono: Storie vère o ‘nventate (Solfanelli, Chieti, 1983), Scurciature de memorie (Campanotto Editore, Pasian di Prato, Udine, 2001), e Dê nche éune (Campanotto, 2012) che riporta in una sezione la revisione di tutti i testi di Storie vère o ‘nventate. Le pubblicazioni di poesia in lingua sono: L’Eco del Silenzio (Lalli, Poggibonsi, 1984), Il Vagito della Primavera (Lalli, Poggibonsi, 1985), Treninternetviaggi (Campanotto, 2006), Le cinque stagioni (ilmiolibro.it, Gruppo Editoriale L’Espresso, Roma, 2012), vita in B minore (ilmiolibro.it, 2013). Le pubblicazioni in prosa sono: La condanna (in «Premio Letterario – Racconti inediti», 2a edizione, anno 2006, Circolo culturale Archeosofia, Modena, 2007), Trovare il senso: 70 storie zen occidentali (2.a edizione, ilmiolibro.it, 2012); Andrò in America – Prima parte – (2.a edizione, ilmiolibro.it, 2012). Poesie (dialetto, italiano) e recensioni su rivista Diverse Lingue (12: 155-161/1993, 15: 143-151/1996, 19/20: 125-134/1998 – tutte riportate con qualche modifica in Scurciature de memorie); Tratti (Mobydick, Faenza 35: 10-13/1994); Frontiera (supplemento a Gli immediati dintorni, Bologna, 5: 38-39/1997); Origini (La Scaletta, San Polo di Reggio Emilia, 39: 73-74/1999), ilfilorosso (46:51-53/2009, 49:35-37/2010, 50:48-51/2011, 51: 7/2011, 52:44-48/2012). Tra gli altri scritti si ricordano le “Risposte al «Questionario per i poeti in dialetto»” (Diverse Lingue16:19-28/1997) e le recensioni in ilfilorosso.

Prof. Gianfranca Lavezzi, Università degli Studi di Pavia

Prof. Andrea Lombardinilo, Università degli Studi G. D’Annunzio Chieti Pescara

  • Andrea Lombardinilo: Professore Aggregato, presso il Dipartimento di Scienze filosofiche, pedagogiche ed economico-quantitative dell’Università “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara, dove insegna Sociologia dell’educazione e Sociologia dei processi culturali. Ultime pubblicazioni: Leopardi: la bellezza del dire. Società, educazione, testualità nella Crestomazia italiana della prosa; L’università in divenire. Innovazione, riforme, prospettive nell’ultimo decennio, Rubettino, 2010; Università: la sfida del cambiamento. Analisi delle riforme e società della conoscenza, Rubbettino, 2010.

Prof. Mario Morcellini, Università degli Studi di Roma La Sapienza

  • Professore Ordinario in Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi. È direttore del Coris – Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale. Ricopre l’incarico di Presidente della Conferenza Nazionale delle Facoltà e dei Corsi di Laurea in Scienze della Comunicazione, Portavoce nazionale dell’Interconferenza dei Presidi, Consigliere del CUN (Consiglio Universitario Nazionale). È membro Ordinario del Consiglio Superiore delle Comunicazioni. Ha svolto e svolge attività di consulenza e/o di direzione di ricerca per: il MUR-Ministero dell’Università e della Ricerca; il CNR, Consiglio nazionale delle Ricerche; la RAI (in particolare il Coordinamento Palinsesti, Analisi, Studi e Ricerche); l’ONG-Ordine Nazionale dei Giornalisti; la FNSI-Federazione Nazionale della Stampa; la Regione Lazio – Assessorato Scuola, Formazione e Politiche per il Lavoro; la Provincia di Roma – Assessorato Solidarietà, Servizi Sociali, Educazione Permanente; il Comune di Roma; il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale – Osservatorio del Mercato del Lavoro; la Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione. Ha realizzato studi e ricerche sull’informazione televisiva e stampata, sui consumi culturali e audiovisivi e sul sistema dei media, occupandosi specificamente dell’analisi delle programmazioni televisive e delle risposte del pubblico nel sistema misto. Ha poi concentrato l’interesse di ricerca sulla socializzazione dei minori e dei giovani e sul ruolo svolto in questo campo dal sistema dei media, realizzando studi e incontri sul nesso comunicazione/formazione. Tra le pubblicazioni più importanti: Neogiornalismo. Tra crisi e Rete, come cambia il sistema dell’informazione (a cura di), Mondadori Education, Milano 2011; Università al futuro. Sistema, progetto, innovazione(a cura di, con A. Masia), Giuffré, Firenze 2009; Perché la sinistra ha perso le elezioni? (a cura di, con M. Prospero), Ediesse, Roma 2009;  La cultura della tesi. Guida alla tesi di laurea e alla redazione-testi (a cura di), Pensa Multimedia, Lecce 2008; Oltre l’individualismo. Comunicazione, nuovi diritti e capitale sociale (a cura di, con B. Mazza), Franco Angeli, Milano 2008; Il Mediaevo italiano. Industria culturale, tv e tecnologie tra XX e XXI secolo (a cura di), Carocci, Roma 2005; Contro il declino dell’università. Appunti e idee per una comunità che cambia (con  V. Martino), Il Sole 24 Ore, Milano 2005; La scuola della modernità. Per un Manifesto della media education, FrancoAngeli, Milano 2004; Lezione di comunicazione. Nuove prospettive di interpretazione e di ricerca, Ellissi, Napoli 2003; Torri crollanti. Comunicazione, media e nuovi terrorismi dopo l’11 settembre, Franco Angeli, Milano 2002; La tv fa bene ai bambini, Meltemi, Roma 1999. Ha inoltre firmato un’opera (testo + DVD) in onore di Giovanni Paolo II dal titolo Il Papa dei gesti. Segni e parole di una enciclica mai scritta, (ERI, Torino 2003).

Prof. Valerio Nardoni, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

  • Valerio Nardoni (Livorno, 1977) è attualmente docente a contratto presso l’Università di Modena, dove tiene un laboratorio di traduzione. Ha tradotto numerosi libri di poesia spagnola (P. Salinas, P. Neruda, ecc.) ed alcune opere in prosa: una raccolta di racconti di Javier Marías è in corso di stampa per Einaudi. Nel 2005, per la Biblioteca di Repubblica, ha curato un’antologia dell’opera di Mario Luzi; nel 2012, per il Corriere della Sera, l’antologia “Nuda canta la notte” di Federico García Lorca. Dal 2010 è direttore della sezione straniera della collana di poesia del Premio Ciampi – Valigie Rosse, di cui è fondatore. È autore di un romanzo, intitolato “Capelli blu”, uscito nel 2012 per le Edizioni e/o.
Floriana Porta, poetessa
  • Floriana Porta, poetessa, fotografa e pittrice, nasce nel 1975 a Torino. Ha esposto le sue opere artistiche (dipinti ad acquerello, fotografie astratte e poesie visive) in tre importanti mostre. La ricerca della serenità e della bellezza è il filo conduttore di tutte le sue opere. Lavora attualmente a molti progetti artistico/culturali (giornali web, rubriche di poesia e haiku). Grazie ad alcuni importanti concorsi poetici ha pubblicato le sue poesie con Bel Ami Edizioni nel 2010 (Sogni e visioni, collana DieciLune Poesia) e con Aletti Editore nel 2013 (Luoghi di Parole V, Habere Artem e Verrà il mattino e avrà un tuo verso). Ha pubblicato tre libri (Poesie e haiku): “Il respiro delle ombre”, “Quando sorride il mare” e “Verso altri cieli”. Le tematiche cardini della sua poetica: le riflessioni sull’esistenza, le forze cosmiche e la ricerca dell’essenzialità. Dal 2011 è membro della Giuria del prestigioso Concorso Internazionale Poesia Haiku dell’Associazione culturale Cascina Macondo. Si occupa anche di design e di paleontologia.

Prof. Regina Poso, Università del Salento (Lecce)

  • Si è laureata in Materie Letterarie nel 1967 presso la Facoltà di Magistero dell’Università di Lecce, discutendo una tesi di laurea con Paola Barocchi su Monumenti settecenteschi in Francavilla Fontana. Nel  1971 ha vinto il concorso  di assistente ordinario  alla cattedra di Storia dell’arte medievale e moderna e nel  1983 è diventata professore associato di Storia e tecnica del restauro.  Dal  2001 al 2012, anno in cui è andata in pensione, è stata professore ordinario di Storia e tecnica del restauro presso la Facoltà di  Beni Culturali. Ha dedicato la sua attività di studio e di ricerca a temi  relativi all’architettura italiana e pugliese dei secoli XVI-XVIII, privilegiando aspetti sulla cultura del restauro architettonico e pittorico in Puglia, che si sono  concretizzati  in diverse pubblicazioni.  Dal 1985 ha rivolto l’attenzione al recupero di organi storici, manufatti  tessili  ed argenti sacri nell’Italia meridionale, realizzando campagne di catalogazione in collaborazione con studiosi specialisti del settore. Ha partecipato a mostre, convegni, dibattiti su temi storico-artistici e di restauro che si sono sviluppati  dal 1970 ad oggi e che  l’hanno indotta sempre più a motivare iniziative e attività di restauri  intrapresi  in Puglia, per alcuni dei quali ha fornito il proprio apporto scientifico.   Dal maggio 1995 al luglio 1999 è stata chiamata dal Presidente della Provincia di Lecce a svolgere   il ruolo di assessore provinciale alla cultura, ai beni culturali ed alle pari opportunità; ruolo che le ha consentito d’intraprendere una campagna globale di recuperi  sia di  beni architettonici, come palazzo Adorno, il castello di Acaja, il complesso di San Francesco della Scarpa, sia di opere d’arte mobili (dipinti, tessuti,organi, statue lignee, altari) e di sistemazione e valorizzazione di siti archeologici , come quelli di Roca e Vaste.  All’attività scientifica, attestata dalle pubblicazioni, ha affiancato un’ intensa attività didattica sia nella disciplina di cui è titolare, sia nella disciplina Storia delle arti applicate e dell’oreficeria, che ha svolto  per supplenza  negli ultimi dieci anni accademici. Ha svolto diversi  compiti organizzativi, partecipando a varie commissioni  (didattiche, di dipartimento e facoltà) e dal 2003 al 2008 è stata Presidente  del corso di laurea in Scienze dei beni  archivistici, librari e mobili-artistici. Il 1° novembre  2010 è stata nominata Preside della Facoltà di Beni Culturali dell’Università del Salento.

Prof. Massimo Proto, Università degli Studi di Parma

  • Professore associato di Diritto privato, è in servizio, dal 2006, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Parma, dove attualmente insegna Diritto civile II. È autore di numerosi saggi e articoli sui temi più attuali e rilevanti del diritto privato. Tra gli scritti più recenti, si segnala Il diritto e l’immagine. Tutela giuridica del riserbo e dell’icona personale (Giuffrè, 2012).

Le biblioteche, le librerie e le strutture che hanno dato la loro adesione al Premio Italia Mia diffondendole nel proprio ambito

  • Libreria Il Gabbiano, Anzio (RM)
  • Libreria Rinascita, Ascoli Piceno (AP)
  • Biblioteca Comunale, Atessa (CH)
  • Biblioteca Istituto Tecnico Romanazzi, Bari (BA)
  • Ufficio Diocesano per la Cultura e i Beni Culturali, Benevento (BN)
  • Biblioteca Comunale, Besana in Brianza (MB)
  • Biblioteca Comunale, Borore (NU)
  • Libreria Biblos, Cagliari (CA)
  • Servizio Promozione della lettura della Provincia, Cagliari (CA)
  • Istituto Scolastico Comprensivo F. Cordova, Caltanissetta (CL)
  • Biblioteca Civica N. Cuneo, Camogli (GE)
  • Biblioteca Comunale F. Scavo, Carini (PA)
  • Biblioteca Civica, Carrara (MS)
  • Libreria Lucarelli, Cecina (LI)
  • Libreria De Luca, Chieti (CH)
  • Centro di Documentazione Ambientale della Provincia, Cremona (CR)
  • Libreria Amicolibro, Crispiano (TA)
  • Libreria Viva, Galatina (LE)
  • Libreria L’albero delle lettere, Genova (GE)
  • Associazione per la mutualità, la storia e la cultura dell’economia sociale, Genova (GE)
  • Libreria Semola, Grazzano Visconti (PC)
  • L’officina delle Parole, Lecce (LE)
  • Biblioteca Comunale, Martano (LE)
  • Biblioteca Comunale, Massa Marittima (GR)
  • Biblioteca Comunale, Matelica (MC)
  • Biblioteca Comunale M. Prisco, Mercato San Severino (SA)
  • Libreria Largo Mahler, Milano (MI)
  • Libreria Mondadori, Monterotondo (RM)
  • Caracò Editore, Napoli (NA)
  • Graus Editore, Napoli (NA)
  • Servizio Archivi Storici e Biblioteche Comunali, Napoli (NA)
  • Geosta, Norcia (PG)
  • Libreria Il Mercante di Storie, Osimo (AN)
  • Yorick Editore, Patti (ME)
  • Recitar Leggendo Audiolibri di Claudio Carini, Perugia (PG)
  • Il Volo della Rondine, Piacenza (PC)
  • Il Mondo dei Libri, Poggibonsi (SI)
  • Biblioteca Liceo Scientifico E. Pascal, Pompei (NA)
  • Circolo Didattico, Portomaggiore (FE)
  • Biblioteca centrale, Quartu Sant’Elena (CA)
  • Biblioteca Ragazzi, Quartu Sant’Elena (CA)
  • Biblioteca circoscrizionale di Flumini, Quartu Sant’Elena (CA)
  • Biblioteca Comunale, Quartucciu (CA)
  • Biblioteca Comunale, Recco (GE)
  • Biblioteca Goffredo Mameli, Roma (RM)
  • Libreria Guidi, Roma (RM)
  • Biblioteca dell’Istituto Nazionale di Studi Romani, Roma (RM)
  • Istituto Comprensivo G. B. Rubini, Romano di Lombardia (BG)
  • Libreria al Segno, Sacile (PN)
  • Biblioteca A. Baldini, Santarcangelo di Romagna (RN)
  • Sistema Bibliotecario Ladiris, Selargius (CA)
  • Biblioteca Centrale, Selargius (CA)
  • Biblioteca Su Planu, Selargius (CA)
  • Biblioteca Liceo Scientifico Pitagora, Selargius (CA)
  • Biblioteca Centro Giovanile Domenicano, Selargius (CA)
  • Libreria Alma Mater, Selvazzano (PD)
  • Biblioteca Civica Multimediale Archimede, Settimo Torinese (TO)
  • Biblioteca Comunale, Tambre (BL)
  • Libreria Il Mosaico, Tirano (SO)
  • La Casa delle Note, Torino (TO)
  • Belgravia Librerie, Torino (TO)
  • Libreria dei Ragazzi, Torino (TO)
  • Libreria Eleutera, Turi (BA)
  • Biblioteca di Villa Collemandina Nicola Pennacchi, Villa Collemandina (LU)
  • Biblioteca Comunale, Villorba (TV)

 

L’immagine riproduce una “Veduta di tetti”. Opera realizzata alla Scuola Disney di Milano sotto la guida del Maestro Giovan Battista Carpi