Una festa del libro a Rossano nella ricorrenza del terribile terremoto del 1836

calabriarossanopaese-300x230

Si è svolta a Rossano, nella Sala Rossa di Palazzo San Bernardino, una “Festa del Libro” promossa dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione e Cultura del Comune con l’obiettivo di educare soprattutto i giovani e i più piccoli alla lettura dei libri, offrendo la possibilità di incontrare autori e scrittori con un confronto aperto all’intera città.

La “Festa del Libro” ha riscosso un grandissimo successo. Tra le tante le iniziative svolte in parallelo con il medesimo obiettivo l’inaugurazione della biblioteca scolastica della Scuola primaria – Plesso “Via Margherita” del Primo Istituto comprensivo, una “Mostra del libro d’artista”, esposizione di libri tridimensionali intesi come vere e proprie opere d’arte, realizzata in collaborazione con la Biblioteca Minnicelli e le librerie di Rossano e la mostra “Il Gran Tremuoto”, organizzata dal geologo Tonino Caracciolo, e l’esercitazione di evacuazione dalle scuole, per ricordare la ricorrenza del terremoto del 1836, hanno voluto rendere partecipi e attive tutte le scuole di Rossano.

All’iniziativa l’Assessorato  alla Pubblica Istruzione e Cultura di Rossana e Granata Group, titolare della libreria Gulliver di Rossano, hanno voluto dare il titolo “Festa del Libro” convinti che la lettura serva soprattutto per vivere gioiosamente. Come precisa in “Elogio alla lettura” Michèle Petit, leggere con attenzione e passione rende più liberi, nutre lo spirito, perfeziona l’essere umano che siamo, consola nei momenti di sconforto, libera dagli eventuali affanni della solitudine. Rende più coscienti e consapevoli, più creativi, meno soggetti a pregiudizi e condizionamenti.

La Festa del Libro del Comune di Rossano partecipa alla selezione dei Premi Gutenberg, rilasciati dall’Associazione Italiana del Libro alle migliori iniziative di promozione del libro e della lettura realizzate in Italia nel 2013.

Tags: