Biblioteche comunali a Ferrara: un pieno di iniziative di promozione della lettura

Ferrara-300x224

La Biblioteca Ariostea del Comune di Ferrara realizza anche a marzo diversi eventi organizzati in collaborazione con le associizoni culturali della città tra cui l’Associazione Gruppo Scrittori Ferraresi.

Tra le tante manifestazioni in programma (vedi il calendario degli appuntamenti sul sito della biblioteca) il 21 marzo, alle 16,30, nel quadro delle conferenze di varia psicologia la parola passa a Stefano Caracciolo, Professore Ordinario di Psicologia Clinica all’Università, che scruterà “L’anima attraverso la Storia del Cinema fra Psicologia e Neuroscienze”.

Il 22 marzo, sempre alle 16,30, Storie, immagini e libri. L’altro e l’altrove. Conversazione con l’antropologo Marco Aime e il geografo Davide Papotti, in occasione della pubblicazione presso Einaudi del loro saggio “L’altro e l’altrove. Antropologia, geografia e turismo”. L’incontro è curato da Roberto Roda del Centro di Documentazione Storica del Comune di Ferrara.

Il 25 marzo il palcoscenico della Biblioteca Arostea è tutto per la poesia, alle 17,00, con Le voci della poesia. Partecipano Alberto Canetto, Emilio Diedo, Rita Marconi, Matteo Pazzi, Silvia Trabanelli e Gabiella Veroni Munerati. Coordina Camilla Ghedini. Interviene Gianna Vancini, presidente del Gruppo Scrittori Ferraresi. La manifestazione è organizzat dal Gruppo Scrittori Ferraresi.

Il 27 marzo alle 17,00 Invito alla lettura. Riccardo Roversi (50 letterati ferraresi. Dal 1400 a oggi, pubblicato da Este Edition, 2013) dialoga con l’Autore Giuliana Berengan. Il volume antologizza 50 Letterati Ferraresi: nati, vissuti e scomparsi fra il 1424 e il 2013.

 

Presso la Biblioteca Comunale “Giorgio Bassani” (Via Grosoli 42, Barco, Ferrara, info.bassani@comune.fe.it) martedì 26 alle ore 15,00 Un re in ascolto. Laboratorio di drammatizzazione e musica d’insieme. Il progetto è articolato in cinque incontri che permetteranno ai partecipanti di lavorare su una rielaborazione in forma drammatica e musicale del racconto “Un re in ascolto” di Italo Calvino. A partire dall’analisi del testo e dalla sua lettura “espressiva” si costruirà un progetto finalizzato all’allestimento in forma recitata del racconto di Calvino, arricchito dall’esecuzione e improvvisazione di musiche originali e preesistenti. Il laboratorio è rivolto principalmente a ragazzi della Scuola Primaria e Secondaria e si baserà sull’esecuzione e l’interpretazione di composizioni vocali e strumentali studiate ad hoc per “rivestire” di musica un testo letterario. La manifestazione è curata dalla Fondazione Teatro Comunale di Ferrara e Servizio Biblioteche e Archivi del Comune di Ferrara

Ogni mercoledì, alle 17, in Biblioteca è l’ora del racconto, aperto a tutti i bambini dai 4 agli 11 anni.

 

La Bibblioteca Comunale “Gianni Rodari” (Viale Krasnodar, 102, Ferrara, info: bibl.rodari@comune.fe.it)  fino al 30 marzo è allestita la mostra bibliografica “Un libro modificato per tutti”. Si tratta di libri realizzati dai volontari dell’Associazione e da alcuni alunni e insegnanti della Scuola Primaria “E. De Amicis” di Massa Fiscaglia, traducendo testi già presenti normalmente in commercio, utilizzando simboli pittografici (uno degli strumenti della Comunicazione Aumentativa ed Alternativa).

Attraverso i simboli, anche chi soffre di una disabilità cognitiva temporanea o permanente o, comunque, non sia in grado di utilizzare e comprendere il linguaggio verbale, ha la possibilità di sfogliare e leggere autonomamente. Questo tipo di ausilio si è rivelato molto utile non solo per insegnanti di sostegno, educatori ed operatori sanitari che seguono un percorso con bambini e persone disabili, ma anche negli Asili Nido e nelle Scuole d’Infanzia come supporto nell’avvicinamento alla lettura e all’apprendimento in bambini che, data l’età, ancora non sono in grado di leggere.

Ultimo, ma non meno importante, è il fatto che questo linguaggio possa essere utilizzato anche con bambini e ragazzi stranieri che ancora non conoscono bene la nostra lingua e non si esprimono in maniera corretta. Potere disporre di un testo in cui a ogni parola e concetto corrisponde un simbolo, velocizza il processo di apprendimento e memorizzazione dei vocaboli. Promotrice del progetto è l’Associazione Territoriale per l’Integrazione Il Volo onlus, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Massa Fiscaglia

Ogni giovedì alle 17 “Belle storie di primavera” Per bambini dai tre ai sette anni

 

Da non perdere infine, organizzata dal Centro di documentazione storica del Centro Etnografico Ferrarese  (etnografico@comune.fe.it) la mostra fotografica allestita fino al 9 giugno a “Casa Ariosto” (Via Ariosto, 67) “Ai margini della realtà”. Inquadrare concetti/fabbricare visioni. Esercizi di fotografia creativa e concettuale liberamente ispirati al Blow Up di Antonioni. L’iniziativa si inserisce nel calendario delle celebrazioni promosse dal Comune di Ferrara per il centenario della nascita di Michelangelo Antonioni.

Tags: